Dopo la cernita, che consente quindi di identificare le piante di prima e di seconda scelta, si procede alla cosiddetta “tagliola”: si sotterrano i fasci delle nuove piante in modo che siano pronte per la vendita o per il reimpianto.