A EXPO MILANO 2015: I FRUTTI ANTICHI DI ENZO MAIOLI

I FRUTTI ANTICHI di ENZO MAIOLI hanno preso parte a Expo Milano 2015.

La mostra è stata organizzata, in collaborazione con Cittaslow, presso il padiglione Zero KIP-FAO (padiglione dell’Onu curato dalla Fao, Organizzazione mondiale per il cibo e l’agricoltura).

Con piacere Enzo Maioli ha accettato l’invito di Cittaslow ad esporre i suoi frutti antichi in un contesto così prestigioso come la mostra internazionale Expo Milano 2015. "Se oggi abbiamo questa straordinaria opportunità - afferma Enzo Maioli - un ringraziamento va a mio padre Mario, l'uomo dei Semi, che nel 1928 ha intrapreso questa attività".

Il tema di Expo 2015, “Nutrire il pianeta, Energia per la vita”, si sposa perfettamente con la filosofia che guida la nostra attività di recupero, salvaguardia e valorizzazione delle antiche cultivar portata avanti da Enzo Maioli. I frutti antichi sono più resistenti alle malattie rispetto alle varietà moderne e richiedono perciò meno trattamenti: questo ne fa una scelta di gusto e genuinità, ma anche una scelta volta a tutelare la nostra salute e a ridurre l’impatto ambientale.

Venerdì 19 giugno 2015, i sindaci e i delegati delle città aderenti al circuito Cittaslow, in visita a Expo, hanno avuto il piacere di scoprire il patrimonio di biodiversità rappresentato dai frutti antichi. Sabato 20, al termine dell'assemblea annuale di Cittaslow tenutasi ad Abbiate Grasso, ancora i frutti antichi di Enzo Maioli sono stati protagonisti: Enzo Maioli ha infatti offerto una speciale degustazione di vini prodotti con antichi vitigni e accompagnati da prodotti tipici del territorio reggiano; tra i vini spicca certamente il 106, vino che Enzo Maioli ha ottenuto dall'unione di 106 antichi vitigni a bacca bianca e a bacca nera.